DiRT Rally 2.0, in arrivo un dlc su Colin McRae

25 anni fa Colin McRae divenne campione del mondo di rally, diventandone uno dei simboli più fulgidi. Oggi Codemasters ha annunciato che il prossimo 24 marzo verrà rilasciato, come dlc di DiRT Rally 2.0 (qui la nostra recensione), il Colin McRae ‘FLAT OUT’ pack.

Il nuovo dlc, che sarà disponibile in contemporanea per tutti gli utenti (Pc, PS4 e Xbox One), sarà disponibile gratuitamente per tutti i possessori della Deluxe Edition o di qualsiasi full Season pack del titolo. Tutti gli altri potranno acquistare il contenuto attraverso la piattaforma digitale di riferimento.

Di seguito il trailer di annuncio ufficiale. Buona visione.

IL NUOVO DLC

Il Colin McRae ‘FLAT OUT’ pack di DiRT Rally 2.0  includerà la nuova location scozzese, Perth e Kinross, con 12 percorsi, la Subaru Impreza S4 Rally, la Subaru Legacy RS e 40 scenari che ripercorreranno la leggendaria carriera di Colin McRae. I fan del rally potranno vestire i panni di Colin con una serie di sfide che includeranno penalità di tempo, equipaggiamento danneggiato e guasti meccanici. Si potranno scoprire nove delle auto rese famose durante la carriera di Colin, incluse molte auto iconiche dei precedenti giochi Colin McRae Rally e DiRT.

Con quattro season di contenuti pubblicate dal lancio, DiRT Rally 2.0 è l’esperienza di racing definitiva che celebra il meglio del rally e del rallycross. I giocatori possono immergersi nel più autentico gioco di rally che include l’emozionante e frenetico Campionato mondiale di Rallycross ufficiale FIA: una tradizionale gara su pista, su più giri con sei auto.

DiRT Rally 2.0

A PROPOSITO DEL PACCHETTO

Ross Gowing, DiRT Rally 2.0 game director presso Codemasters, ha dichiarato:

DiRT Rally 2.0 è stato entusiasmante e il ‘FLAT OUT’ pack è il modo perfetto per concludere il viaggio. Sono passati 25 anni da quando Colin è diventato campione del mondo e questo contenuto è il nostro omaggio al più grande pilota di rally della sua generazione.

 

 

L’articolo DiRT Rally 2.0, in arrivo un dlc su Colin McRae proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

I migliori giochi sportivi/corse del 2019

È stato un 2019 molto intenso anche per gli appassionati di giochi sportivi e di corse automobilistiche. Tantissime le produzioni, grandi e piccole, griffate ed indipendenti, che hanno fatto divertire o disperare i giocatori. Non c’è stato soltanto il dualismo tra Fifa e PES ma l’anno passato agli archivi da poco più di due settimane ha fatto emergere tante altre realtà.
Si consolida Pro Cycling Mananger che a nostro avviso è andato ben oltre la sufficienza e che può soltanto crescere. Sarebbe un bene per gli amanti del ciclismo che già da qualche tempo possono comunque contare su una simulazione ricca di eventi e di cose da fare.

Così come WRC 8, il titolo ufficiale del Mondiale Rally. Ottimo come sempre F1 ed anche lo scorso anno ha portato alla luce qualche buon miglioramento e l’arrivo della F2, categoria ricca di talenti e di futuri piloti di F1.

Milestone dal canto suo ha recitato bene il suo ruolo di leader del settore delle due ruote che si tratti di MotoGP 19 o di motocross e supermotocross. Anche qui si evince una buona crescita del team italiano.

Il 2019 ha segnato il ritorno di Grid, un titolo molto solido e piuttosto interessante sotto tutti i punti di vista. Non potevamo aspettarci di meno da Codemasters.

Football Manager 2020 si è fatto, ovviamente, notare ma sono state poche le effettive novità rispetto al capitolo precedente.

La grande delusione, però, è stata per WWE 2K20 che ha avuto un lancio decisamente disastroso. Colpa di diversi bug e glitch fastidiosi ed evidenti che hanno rovinato un lavoro mastodontico. Un peccato ma un monito per questo 2020: siamo sicuri che Visual Concepts con WWE 2K21 non rifarà gli stessi errori.

Ma è stato anche un anno sorprendente per le produzioni indie. Super Tennis Blast ad esempio è nato da un piccolo team spagnolo Unfinisched Pixel, che ha saputo realizzare un gioco essenziale ma divertentissimo, in stile retrò. Altro gioco molto carino è Legendary Eleven, un titolo calcistico che vuole esaltare gli anni ’70 ed i primi anni ’80 e ’90. Ottimo lo stile, discreto il gameplay anche se con qualche appannamento qua e la.

Horizon Chase Turbo si è arricchito, dal canto suo, con i dlc Summer Vibes e Rookie Series aumentando l’ottima offerta. Ottimo, ed è entrato nella cinquina dei migliori titoli italiani, Active Soccer 2019 che su Switch è l’unica vera alternativa calcistica a Fifa 20 visto che, l’altro colosso, PES, non è uscito. Beh, sempre in tema di italiani e di sportivi, si potrebbe ricordare – per certi versi – anche Football Drama.

Detto questo, vi lasciamo alla nostra cinquina sui migliori giochi sportivi del 2019 in base alle nostre recensioni. Buona lettura.

5) DiRT Rally 2.0

DiRT Rally 2.0 ha portato su monitor e tv il Campionato ufficiale Fia World Rallycross Championship, disciplina che vede auto modificate simili a quelle utilizzate nei rally sfidarsi su circuiti caratterizzati dall’alternanza di superfici asfaltate e sterrate, e – una chicca – i Rally Storici. Quest’ultima è una sezione dove l’utente è chiamato a disputare una serie di corse con vetture dagli anni ’60 a oggi, suddivisi per categoria.

Un gioco, quello di Codemasters, solido sotto tutti i punti di vista con un buon gameplay (scalabile come da tradizione ed in favore di un vasto pubblico) ed una buona componente tecnica. Merita di figurare tra i migliori giochi sportivi e di corse automobilistiche del 2019.

Massimo Reina ha scritto nel commento finale della sua recensione:

Codemasters migliora quanto precedentemente visto nel primo episodio. Da questo punto di vista gli sviluppatori non hanno lavorato per apportare miglioramenti clamorosi o stravolgimenti di sorta, ma per operare una serie di aggiustamenti a un gameplay capace come sempre di proporre di base un buon compromesso tra arcade e simulazione, con la possibilità di personalizzarlo più o meno a piacimento, e a una struttura di per sé già solida.

4) FIFA 20

Da menzionare Fifa 20. L’edizione del gioco di EA Sports è da ricordare per la chiusura della modalità IlViaggio ed il ritorno del calcio da strada grazie alla modalità Volta. Questa ha permesso a Fifa 20 di continuare ad avere una sorta di modalità Storia facendoci fare il giro del mondo attraverso i campetti di calcio da strada di tutto il mondo.

C’è anche il calcio a 5 con le regole ufficiali oltre a sfide in 4 contro 4 e 3 contro 3. Bello, carino, grazioso. Ma finisce li: il calcio femminile ad esempio non è stato potenziato come ci si sarebbe potuto attendere ed aspettare. Sul punto di vista tecnico i miglioramenti sono stati piuttosto pochini, così come sul gameplay. La politica dei piccoli passi può premiare a livello commerciale ma per fare il salto di qualità ci vorrebbe qualcos’altro.

Una miriade di modalità e contenuti, modalità Carriera ancora più completa, controlli sui calciatori più reattivi. Ultimate Team e Volta sono un valore aggiunto. Però non bastano. Attendiamo una rivoluzione sperando di non attendere Godot.

3) NBA 2K20

Solido come sempre, ricco di contenuti e con un gameplay di livello mostruoso. Una produzione tripla A come ci si aspetterebbe: NBA 2K20 non ha tradito le attese. Come da tradizione. E non poteva non essere tra i migliori giochi sportivi del 2019.

Tra i pregi del gioco annotiamo un comparto tecnico splendido, la fisica ed il sistema di feedback al tiro ulteriormente perfezionato. L’introduzione della WNBA, ovvero il basket femminile, ed una giocabilità generale meglio equilibrata. Mentre tra i difetti c’è sempre il sistema di micro-transazioni che, però, risulta essere meno fastidioso del passato.

Massimo Reina ha concluso così la sua recensione:

Per l’edizione 2020 della sua creatura, Visual Concepts si affida alla tradizione, proponendo il classico “more of the same” in attesa della nuova generazione di console. Come scritto nel corso della recensione, il team di sviluppo ha infatti lavorato di cesello più per rifinire, che stravolgere, modalità collaudate e un gameplay di base già solido ed equilibrato, per poi completare l’opera con un’offerta come sempre ricca dal punto di vista dei contenuti.

NBA 2K20 è quindi un titolo che propone poche novità di rilievo ma che resta ugualmente uno dei migliori simulatori di basket e sportivi attualmente in circolazione. E questo nonostante la presenza di micro-transazioni farà storcere il naso a molti, anche se queste ultime non trasformano affatto il gioco in un “pay to win”.

2) EFOOTBALL PES 2020

Da qualche anno, Pro Evolution Soccer, sta risalendo la china. Un’operazione di rilancio per un titolo che nei primi anni del 2000, e fino a PES 6 era in netta superiorità rispetto alla concorrenza. Poi il cambio generazionale ed il passaggio da PS2 a PS3 ha creato qualche problema alla creatura di Konami. Ma poi la risalita è iniziata. Più precisamente da PES 2017 ed anno dopo anno si è materializzata sempre più fino ad arrivare ad eFootball PES 2020.

Ci piace ricordare come nel 2018 la serie in questione abbia perso i diritti della Uefa per poter utilizzare loghi e poter giocare la Champions League e l’Europa League. Per i più scettici sarebbe significata la fine. Per fortuna Konami ha puntato dritto sul gameplay ed ha migliorato il comparto tecnico. EFootball PES 2020 è visivamente mostruoso (fotorealismo superiore a Fifa) e vanta un gameplay che ricorda e rievoca – finalmente – i fasti di PES 5 (a nostro avviso uno dei migliori titoli calcistici della storia in termini di giocabilità). Non poteva mancare nella cinquina dei migliori giochi sportivi.

Massimo Reina ha scritto al termine della sua recensione:

Possiamo tranquillamente affermare che questo è un titolo bello e ricco di sfaccettature, con un gameplay ben definito, dove la differenziazione del gioco di ogni singola squadra acquista valore in base alle strategie e alle caratteristiche dei suoi atleti, che riescono a replicare le giocate delle rispettive controparti reali grazie a una serie di parametri.

Se però a livello di giocabilità il titolo può rassicurare i fan, l’infrastruttura necessita ancora di qualche intervento per ampliare un’offerta, a livello di contenuti e di profondità, buona ma non ancora pienamente soddisfacente. Inoltre c’è bisogno di una patch che stabilizzi il gioco eliminando un paio di fastidiosi bug presenti nella Master League e nel Matchday. Nulla però, a giudizio di chi scrive, di così compromettente da scalfire troppo la qualità generale della produzione targata Konami.

And the winner is… ASSETTO CORSA COMPETIZIONE

Chi è il migliore tra i migliori giochi sportivi del 2019? Vi diamo un indizio: è italiano. Non vi basta? E se vi dicessimo Kunos Simulazioni?  Ok, ci siete arrivati. Vale il ragionamento che abbiamo fatto quando abbiamo assegnato qualche giorno fa il titolo di miglior gioco italiano del 2019. Assetto Corsa Competizione di Kunos Simulazioni è il Racing con la R maiuscola. Se siete appassionati di automobilismo ed avete un Pc all’altezza, dovete assolutamente avere e giocare ad Assetto Corsa Competizione. Il titolo è in grado di sorprendere per la sua bellezza ed offre grandi sfide grazie al suo gameplay.

Il videogioco ufficiale della Blancpain GT Series è sicuramente uno dei titoli più importanti e prestigiosi del 2019 ma anche degli ultimi anni, soprattutto in campo automobilistico. Senza se, senza ma.

L’articolo I migliori giochi sportivi/corse del 2019 proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

DiRT Rally 2.0, trailer ed immagini per Season One – Stage Two

Codemasters ha pubblicato un nuovo trailer e delle immagini per il Season One – Stage Two di DiRT Rally 2.0. Protagoniste le livree, le vetture e la Svezia.

Qualche dettaglio sui contenuti aggiuntivi del gioco questo nostro link. A seguire la clip e le gallery. Buona visione.

LIVREE





SVEZIA










AUTO






L’articolo DiRT Rally 2.0, trailer ed immagini per Season One – Stage Two proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

DiRT Rally 2.0, c’è l’aggiornamento 1.2

Codemasters ha aggiornato DiRT Rally 2.0 alla versione 1.2. Le note su Steam parlano di diversi miglioramenti al titolo uscito racing qualche settimana fa anche su console.

Qui se volete, troverete la recensione del titolo su PS4. Il nostro amico Massimo Reina ha sintetizzato nel commento finale quanto segue:

Con Dirt Rally 2.0, Codemasters migliora quanto precedentemente visto nel primo episodio. Da questo punto di vista gli sviluppatori non hanno lavorato per apportare miglioramenti clamorosi o stravolgimenti di sorta, ma per operare una serie di aggiustamenti a un gameplay capace come sempre di proporre di base un buon compromesso tra arcade e simulazione, con la possibilità di personalizzarlo più o meno a piacimento, e a una struttura di per sé già solida.

Il sistema di controllo delle auto è infatti regolabile a piacimento consentendo, di fatto, a qualsiasi tipologia di giocatore, dal più esperto al neofita, di personalizzare il sistema di guida adattandolo a quelle che sono le sue esigenze e abilità.

A questo si aggiungono poi le varie modalità presenti, impreziosite da qualche gradita novità strutturale, e tutti quegli elementi che hanno aiutato Dirt Rally a diventare così popolare negli anni.

L’articolo DiRT Rally 2.0, c’è l’aggiornamento 1.2 proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

DiRT 2.0, uno studio di Codemasters sull’importanza del copilota professionista

Quanto incide la presenza di un copilota professionista e quello di un novizio? Quale impatto hanno queste due figure sui risultati finali? Codemasters ha risposto a queste domande grazie ad uno studio sul modo in cui un copilota esperto influenzi la fiducia del pilota e la velocità generale.

Il team di DiRT Rally 2.0 ha condotto un esperimento all’inizio di questo mese con l’unica variabile relativa, appunto, al copilota, ovvero colui che legge “le note”. Il tutto per scoprire l’impatto esatto che un navigatore esperto ha sul tempo complessivo. Possibile vedere il video che documenta lo studio sul canale ufficiale Youtube di DiRT.

Ad ogni copilota è stata offerta la possibilità di guidare con il pilota di rally di Codemasters, Jon Armstrong, in una pista della London Rally School. Il copilota esperto Noel O’Sullivan ha aiutato Armstrong completando la pista con un tempo di 2 minuti e 32 secondi. Il novizio Chris Codey ha aiutato il driver a terminare la stessa pista in 9 minuti e 44 secondi, uno dei tempi più lenti visti sul circuito di Bicester.

Riguardo l’esperimento, Jon Armstrong ha dichiarato:

È stato straordinariamente difficile provare a stringere qualche curva insieme a Chris come mio copilota. Non riusciva a distinguere la sua sinistra dalla sua destra e ha tenuto gli occhi chiusi per la maggior parte dell’esperienza. Il suggerimento più utile che ha dato è stato “attenzione, ci sono delle curve”…non grandioso. Sarebbe stato più facile se avessi usato Google Maps. Almeno Google Maps non urla.

La dottoressa Jasmine Masters, capo ricercatrice dello studio, ha concluso:

Con una differenza temporale impressionante di 7 minuti e 12 secondi – l’equivalente di un tempo maggiorato del 284% – l’importanza di un co-pilota capace non può essere sottovalutata. Diamine, anche un copilota coerente aiuta. Codemasters ha fatto un ottimo lavoro nell’utilizzare un certo numero di copiloti di fama mondiale per ricreare le note di guida e le chiamate dei copiloti per DiRT Rally 2.0 – se avessimo lasciato tutto nelle mani di Chris, allora secondo il mio parere professionale, non avremmo ricavato granché.

L’articolo DiRT 2.0, uno studio di Codemasters sull’importanza del copilota professionista proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

DiRT Rally 2.0 un trailer sui contenuti del Mondiale Rallycross

DiRT Rally 2.0 si mostra in un nuovo trailer. Protagonisti sono i contenuti del mondiale di Rallycross che farà parte del gioco in arrivo il 26 febbraio su Pc, PS4 ed Xbox One.

Spazio alla clip, della durata di poco meno di un minuto. Buona visione.

Oltre a tutti i tradizionali contenuti di rally presenti nelle modalità Carriera ed Historic Rally, Dirt Rally 2.0 includerà otto piste della FIA World Rallycross Championship 2018 e nuove location per la serie: Mettet, Silverstone e Circuit de Barcelona – Catalunya. Al lancio del gioco saranno disponibili quattro diverse classi di auto rallycross: le Supercars ufficiali del campionato FIA World Rallycross, RX2, RX Super 1600s e RX Crosskarts. Le nuove Supercars del franchise DiRT Rally includono la Megarel RS RX del team GCKompetition World Rallycross, la Audi S1 EKS RX quattro e la PSRX Volkswagen Polo R Supercar di Johan Kristofferson della FIA World Rallycross Champion 2018.

Paul Bellamy, vicepresidente senior di IMG Motorsports, i promotori della FIA World Rallycross Championship, ha dichiarato:

La partnership con Codemasters ci dà la possibilità di ispirare la prossima generazione di piloti World RX attraverso il nostro impegno con la vasta community di gioco di Codemasters. Con l’uscita di DiRT Rally 2.0, che include otto piste della FIA World Rallycross, siamo in grado di fornire ai giocatori più contenuti di rallycross, come mai prima d’ora. Le innovazioni che Codemasters ha apportato al gioco attraverso effetti visivi migliorati, l’introduzione delle condizioni meteorologiche e il Joker Lap, mettono i fan al centro dell’azione.

Jonathan Bunney, SVP of Publishing presso Codemasters, ha sottolineato:

Lavorare a stretto contatto con IMG e World Rallycross ci ha permesso di creare la più accurata esperienza World Rallycross. Lavorare con i dati ufficiali di riferimento delle piste, avere ottimi rapporti con i team e un accesso ravvicinato ai piloti di incredibile talento ci dà una visione straordinaria di questo sport davvero emozionante e accessibile. Siamo estremamente lieti di avere otto delle piste del World Rallycross nel gioco, con altre ancora in arrivo con i contenuti post-lancio.

Ulteriori circuiti e veicoli del World Rallycross arriveranno dopo il lancio attraverso il season content di DiRT Rally 2.0, inclusa l’introduzione della classe Rallycross del Gruppo B.

Rallycross si configurerà anche come parte dell’offerta multiplayer online di DiRT Rally 2.0, dando agli appassionati l’opportunità di gareggiare con qualsiasi veicoli con i propri amici in sessioni online di otto giocatori.

È stata aggiunta al gioco anche una nuova modalità Rallycross Championship, in modo che i giocatori possano scegliere di concentrare la propria esperienza sulle corse di più auto. I giocatori avranno la possibilità di saltare nell’auto del loro pilota preferito e passare attraverso le manche complete, la semifinale e la struttura finale di un evento ufficiale della FIA World Rallycross nella loro corsa verso la vittoria.

Le versioni fisiche della DiRT Rally 2.0 Day One Edition includono la Porsche 911 RGT Rally Spec insieme agli early unlocks per la Fiat 131 Abarth Rally e Alpine Renault A110 1600 S. I giocatori possono effettuare il pre-order dell’edizione Deluxe e garantirsi l’early access al gioco dal 22 febbraio ricevendo anche i primi due season content post lancio, una volta disponibili.








L’articolo DiRT Rally 2.0 un trailer sui contenuti del Mondiale Rallycross proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

DiRT Rally 2.0, nuovi dettagli sulla Carriera

La data di uscita di Dirt Rally 2.0, in arrivo il 26 febbraio, si avvicina ma non conosciamo del tutto le caratteristiche della modalità Carriera. Qualche informazione è giunta in nostro possesso: Ross Gowing, capo progettista di Codemasters, sviluppatore del titolo racing, ha brevemente toccato con mano il formato e la struttura della nuova modalità carriera, che apparentemente prenderà spunto dalla modalità carriera originale di DiRT Rally. Lo riferisce Gamingbolt.

Questa struttura include cinque livelli nella modalità carriera, che culminano nel Livello del Maestro, all’interno del quale bisogna rimanere il più a lungo possibile. Si potrà usare qualsiasi auto e i veicoli degli avversari saranno impostati per rientrare nel tuo raggio d’azione, quindi ci saranno sempre nuove gare.

Ricordiamo infine che DiRT Rally 2.0 sarà disponibile su Pc, PS4 ed Xbox One il 26 febbraio.

Giuseppe Stecchi

 

L’articolo DiRT Rally 2.0, nuovi dettagli sulla Carriera proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

DiRT Rally 2.0, i miglioramenti in un video-diario

Dopo qualche settimana, Codemasters torna a mostrare DiRT Rally 2.0. Gli sviluppatori hanno pubblicato un nuovo video-diario focalizzato sui miglioramenti apportati al gioco sin dal lancio del primo episodio.

Nel nuovo trailer, della durata di un minuto e mezzo, il chief games designer, Ross Gowing, e il consulente rally, Jon Armstrong, parlano dei miglioramenti apportati alle auto, alle location ed al modo in cui i nuovi modelli di pneumatici interagiscono con le superfici stradali.

STEELBOCK

Codemasters ha inoltre annunciato la steelbook di DiRT Rally 2.0, disponibile per coloro che effettueranno il pre-order presso retailer selezionati. Il design della steelbook è un omaggio alla cover di Colin McRae Rally 2.0 e presenta il caratteristico colore turchese nonché il carattere minimalista presente nei negozi 18 anni fa.

Il senior graphic designer di Codemasters, Dave Alcock, ha lavorato sia al design originale sia a quello della Steelbook di DiRT Rally 2.0:

Realizzando questo packaging, ho avuto uno straordinario senso di déjà vu, ed è bello vedere che è ancora attuale. Il design della Steelbook è moderno ed elegante come nel 2000: la resa finale è molto bella!’ Ross Gowing, Chief Games Designer ha dichiarato a proposito della steelbook: ‘È una grande citazione alle origini dello studio e ci ricorda tutti i sorprendenti parametri di qualità che Codemasters ha sempre sostenuto.

Colin McRae Rally 2.0 è stato pubblicato nel luglio del 2000, due anni dopo l’uscita dell’originale Colin McRae Rally del 1998.

DiRT Rally 2.0 vuole offrire ai giocatori la collezione di auto da rally più iconiche mai realizzate e i tracciati più impegnativi del mondo, in un’autentica ricreazione dello sport del mondo reale. Inoltre, il titolo, sarà il gioco ufficiale della FIA World Rallycross Championship presentato da Monster Energy. DiRT Rally 2.0 sarà disponibile per Pc (DVD e Steam), PS4 ed Xbox One da martedì 26 febbraio 2019. I giocatori che effettuano il pre-order dell’edizione Deluxe riceveranno l’early access al gioco il 22 febbraio insieme ai primi due season pass, post uscita, quando saranno disponibili.

L’articolo DiRT Rally 2.0, i miglioramenti in un video-diario proviene da IlVideogioco.com.

(altro…)

Rimaniamo in contatto

Hai una idea? Un prodotto che vorresti farci recensire? Oppure vorresti collaborare con noi?

Scrivici una email

admin@cellicomsoft.com

Seguici su Facebook

cellicomsoft su Facebook

Scarica l'app Android

cellicomsoft su Play Store

Contact Us